Massimario Ragionato Fallimentare

a cura di Franco Benassi
apri l'articolo del codice

Articolo 178 ∙ (Adesioni alla proposta di concordato)


Ratifica del voto successiva alla scadenza del termine
Tutte le MassimeCassazione
Principio di non modificabilità del votoCreditore dissenzienteVoto, termine perentorio per la manifestazioneVoto trasmesso al commissario giudizialeVoto preventivo o successivo all'adunanzaVoto espresso prima del deposito della relazione del commissario giudizialeRatifica del voto successiva alla scadenza del termineRevoca del votoVoto del cessionario del creditoRinuncia al privilegio successiva all'adunanza e votoAdesione successiva sulla base del credito ammesso in via provvisoriaAdesione alla transazione fiscale e rettifica del votoSilenzio assenso dell'Agenzia delle entrateGruppo di impreseComputo delle maggioranzeComputo della maggioranza delle classiSindacato del tribunaleRinuncia alla domanda di concordatoRegime transitorio


Ratifica del voto successiva alla scadenza del termine

Concordato preventivo – Voto del creditore – Vizio di rappresentanza – Ratifica successiva alla scadenza del termine – Ammissibilità
Il voto del creditore dissenziente sulla proposta di concordato preventivo è ascrivibile alla categoria degli atti negoziali unilaterali e, come tale, qualora sia invalido per vizio di rappresentanza, può essere oggetto di ratifica anche dopo la scadenza del termine utile per il suo esercizio. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Cassazione civile, sez. I, 21 Gennaio 2017, n. 2495.